Big Bad Wolves di Aharon Keshales e Navot Papushado (RNFF 2014, CONCORSO)

big bad wolves

La domenica sera fare due passi in centro a Ravenna in cerca di una pizzetta da mangiare mi mette dell’umore giusto per infilarmi al cinema a guardare il film in concorso del Nightmare Film Fest. Per questo preferisco il RNFF quando lo fanno in una sala del centro storico e non al Cinema City.

Le Big Bad Wolves sono quelle che girano per le campagne di Israele e tentano di fare giustizia da sole, oltre i canali tradizionali. Però non è un film su questi temi qui, e neanche sulla guerra tra Israele e Palestina. Prende solo queste tematiche e le usa per dare un po’ di megasucco alla storia, che come dice il programma del festival è un crime-torture-black comedy. Il principale indiziato dei rapimenti di alcune bambine viene beccato dal padre di una delle vittime e da un poliziotto (che in certe inquadrature di profilo sembra Stallone) momentaneamente sospeso dal servizio perché ha fatto arrabbiare il capo. A me è sembrato molto lungo (durata reale: 110′) perché non ha tutto questo ritmo. Poi però ho pensato che non posso aspettarmi sempre un montaggio spaccaocchi o dialoghi spaccaorecchie alla Shonda Rhimes o alla CSI. Ogni Paese ha il suo ritmo cinematografico e questo è il ritmo di Israele. Buona parte del film è l’indiziato legato a una poltrona in uno scantinato che aspetta che gli taglino la vena sul collo con una sega arrugginita, alternato ai siparietti del babbo al piano di sopra: cucinare una torta e mangiare il brodino della mamma principalmente. Tiene viva l’attenzione fino alla fine perché fino alla fine non sai chi ha rapito, drogato, stuprato, tagliato la testa e nascosto le bambine. Non conosci il colpevole e non è che questo basta da solo per tenere in piedi il film. In mezzo ci sono situazioni e gag divertenti e funzionalissime alla storia, anche il cowboy palestinese a cavallo, che è un personaggio che trascurerei perché innesca le situazioni più politicamente corrette. Trovo che il padre matto della bambina (Gidi, Tzahi Grad) sia un attore eccezionale. (7)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...