Ravenna Nightmare Film Festival day #4

Septic Man

SEPTIC MAN di Jesse Thomas Cook (concorso, 29 ottobre). L’uomo settico, ovvero il contrario di quello asettico. Cioè l’uomo che vive a contatto con molti agenti che possono portare infezioni. Septic Man (Jack) è un addetto al servizio idrico di Collingwood, in Canada. Vive a contatto con la merda di tutto il paese, tutti i giorni lavorativi, ed è un genio del campo: una volta ha risolto un problema che avrebbe causato un casino in città. Cosi uno di un consorzio lo invita caldamente, a suon di bigliettoni, a cercare la causa di un’infezione che ha preso l’acqua di Collingwood e che porta i cittadini a stare molto male, da sotto e da sopra. Septic Man accetta (la sua ragazza aspetta un bambino) e parte per la missione, ma si perde per sempre nelle fogne. E si trasforma nel mostro della cloaca.
Septic Man è un piccolo mondo completo. Quest’anno al RNFF siamo tornati a votare alla fine della proiezione. Io a Septic Man gli ho dato due, su un massimo di tre. Perchè? Sui titoli di coda c’è una canzone country che nel ritornello dice proprio Septic Man ooh Septic Man, molto bella devo dire. E questo è il primo motivo. Poi il trucco del mostro delle fogne è fatto molto bene. Infine, Septic Man è un bellisimo microcosmo in cui convivono schifo, sangue, follia e crescita dell’essere umano verso la negatività totale. Diventare l’uomo delle fogne significa qui trovare il proprio mondo e rinunciare alle cose belle della vita. Nel finale il mostro è anche il Re delle fogne, a cui tutti gli esseri mostruosi che ci abitano rendono omaggio. Septic Man è il riscatto da una vita lavorativamente triste che diventa al contrario il solo motivo di esistere, perchè si è trovato il bandolo della matassa, il core della propria attività. Nonostante sia un film di merda, lento alcune volte, ripetitivo e sceneggiato malissimo altre, recitato a caso e bla bla bla, Septic Man ha un sacco di motivi di essere.
Anche IT cresceva nelle fogne.
Alla fine Septic Man è riuscito a risolvere il problema e a trovare l’origine del contagio. Una volta The Toxic Avenger vigilava sulla città, oggi Septic Man vigila sulla nostra acqua.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...